I REATI IN MATERIA DI SICUREZZA ALIMENTARE: Commercio di sostanze alimentari nocive (art. 444 c.p.)

aisle-3105629_1920

Inizia questo mese una rubrica all’interno del portale che affronterà la tematica dei reati in materia alimentare.

Attraverso l’analisi delle fattispecie di reato più rilevanti si cercherà di dirimere dubbi e chiarire i contorni di ciascun comportamento illecito, allo scopo di far sì che ciascun operatore possa prevenire ed evitare certi tipi di comportamenti e sappia, di contro, riconoscere condotte illecite eventualmente compiute nei propri confronti.

Continua a leggere “I REATI IN MATERIA DI SICUREZZA ALIMENTARE: Commercio di sostanze alimentari nocive (art. 444 c.p.)”

La cessione dell’azienda agricola

italy-1331284_1920

Introduzione

Il rapporto che sussiste tra l’azienda del soggetto cedente e lo svolgimento della futura attività imprenditoriale da parte dell’acquirente comporta quale necessaria conseguenza che all’esito della cessione del complesso dei beni essi siano in grado di consentire l’attività che costituisce il presupposto della suddetta operazione di cessione.

Tuttavia, sussistono peculiari differenze rispetto alla cessione dell’azienda che avviene, ad esempio, in ambito industriale.

Continua a leggere “La cessione dell’azienda agricola”

L’affitto di fondi rustici. Parte I.

panorama-3629120_1920

  1. Le differenze con il classico contratto di affitto

La prima differenza di rilievo del contratto di affitto del fondo rustico attiene alla natura produttiva dell’oggetto del contratto.

Sul punto, l’art. 1615 c.c., sotto la rubrica “gestione e godimento della cosa produttiva”, stabilisce che il conduttore deve curare la gestione della cosa, in conformità della destinazione economica di essa e nell’interesse della produzione, mentre gli spettano i frutti e le altre utilità della cosa.

Continua a leggere “L’affitto di fondi rustici. Parte I.”

Le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare: uno sguardo europeo.

germany-1751443_1920

1) L’APPROCCIO EUROPEO

In merito al tema delle pratiche commerciali sleali all’interno della filiera alimentare tra imprese, sono stati adottati dalle istituzioni europee due provvedimenti, in linea con il contenuto del c.d. Libro Verde:

Continua a leggere “Le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare: uno sguardo europeo.”

Il regime di scambio dei prodotti vinicoli nel mercato europeo ed internazionale. Parte I

vineyard-3442847_1920

INTRODUZIONE

Lo scambio dei prodotti vinicoli con i Paesi terzi (ossia al di fuori dell’UE) non è espressamente disciplinato dal Reg. CE 1308/13.

E’ rimesso, infatti, alla Commissione il potere di disciplinare di volta in volta singoli rapporti sulla base dei trattati internazionali stipulati tra i vari Paesi dell’Unione con Stati esteri.

Continua a leggere “Il regime di scambio dei prodotti vinicoli nel mercato europeo ed internazionale. Parte I”

I controlli di conformità al disciplinare di produzione

vineyard-973569_1920.jpg

Nello scorso articolo avevamo definito il disciplinare di produzione e ne avevamo analizzati i requisiti obbligatori e facoltativi previsti sia dalle norme europee che nazionali.

Vediamo adesso come sono strutturati i controlli di conformità da parte dei vari organismi di controllo.

Continua a leggere “I controlli di conformità al disciplinare di produzione”

Il disciplinare di produzione: natura e struttura

germany-2064517_1920.jpg

1. COS’E’ IL DISCIPLINARE DI PRODUZIONE

Il disciplinare di produzione rappresenta uno strumento che “stabilisce i parametri minimi che conferiscono determinati connotati al prodotto affinché possa venire identificato nella sua fisionomia tradizionale conosciuta”.

Si tratta, infatti, di un sistema di regole tecniche che sono prodotte dall’autorità pubblica con il contributo dei rappresentati di categoria, di esperti del settore vinicolo e di tutti coloro che sono interessati a sfruttare a livello economico la denominazione.

Ad oggi il disciplinare è un prodotto della Commissione UE che è competente alla sua approvazione; tuttavia, l’efficacia del disciplinare si sviluppa non solo nei confronti dei soggetti appartenenti allo Stato in cui la denominazione viene prodotta, ma altresì a tutti i cittadini dell’Unione Europea.

Continua a leggere “Il disciplinare di produzione: natura e struttura”

La produzione del “vino biologico”

vineyard-2860941_1920

  1. UN SETTORE IN COSTANTE ESPANSIONE

Il termine “biologico” in ambito agro-alimentare fa riferimento, in primis, ad un sistema globale di gestione dell’azienda e della produzione alimentare che unisce non solo le migliori pratiche ambientali, ma anche la salvaguardia e il corretto sfruttamento delle risorse naturali, nonché l’utilizzo in larga parte di prodotti e procedimenti naturali.

Continua a leggere “La produzione del “vino biologico””

L’etichettatura dei vini

wine-1002439_1920

1. LE FONTI

Con il termine “etichettatura” il Regolamento 1169/11 intende le menzioni, indicazioni, marchi di fabbrica o di commercio, immagini o simboli che si riferiscono ad un prodotto alimentare e figuranti su qualsiasi imballaggio, documento, cartello, etichetta, anello o fascetta che accompagni tale prodotto o che ad esso si riferisca.

Il Regolamento appena citato si applica, tuttavia, al settore alimentare in generale.

Quanto al settore vitivinicolo, invece, il Legislatore europeo ha voluto individuare norme specifiche, che si trovano all’interno del Regolamento 1308/13.

Continua a leggere “L’etichettatura dei vini”