Mendace indicazione della composizione del vino e contraffazione di IG e DO: la risposta della Cassazione

autumn-1014891_1920

La legge n. 99 del 2009 ha introdotto nel nostro Codice Penale, tra gli altri, l’articolo 517-quater che punisce “chiunque contraffà o comunque altera indicazioni geografiche o denominazioni di origine di prodotti agroalimentari” o “chi, al fine, di trarne profitto, introduce nel territorio dello Stato, detiene per la vendita, pone in vendita con offerta diretta ai consumatori o mette comunque in circolazione i medesimi prodotti con le indicazioni o denominazioni contraffatte”.

Si tratta di un delitto doloso procedibile d’ufficio e punito con la reclusione fino a 2 anni e con la multa fino ad Euro 20.000.

Il reato è integrato dalle condotte di contraffazione o alterazione dei segni distintivi – ossia le indicazioni e le denominazioni – di origine geografica e da quella di introduzione nel territorio dello Stato, detenzione per la vendita, offerta in vendita ai consumatori e messa in circolazione dei prodotti con segni mendaci.

Tale nuova figura di reato afferma esplicitamente la rilevanza penale della contraffazione e alterazione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari.

A ben vedere, si tratta di una tutela ben più ampia di quella offerta dall’art. 517 c.p. (vendita di prodotti industriali con segni mendaci), poiché l’art. 517-quater c.p. non richiede l’idoneità delle indicazioni fallaci ad ingannare il pubblico dei consumatori.

Un siffatto dato normativo intende, evidentemente, orientare la tutela legislativa verso gli interessi economici dei produttori titolati ad utilizzare le indicazioni geografiche o le denominazioni d’origine.

Inoltre, per la sussistenza di questo reato non è richiesto che l’origine del prodotto agroalimentare sia tutelata, ai sensi del codice della proprietà industriale, attraverso la registrazione di un marchio collettivo; in quest’ultimo caso, infatti, la condotta illecita sarà punibile ai sensi degli artt. 473 e 474 c.p.

Infine, occorre specificare come la punibilità del reato è subordinata al rispetto della normativa interna, comunitaria ed internazionale, posta a tutela delle indicazioni geografiche e denominazioni d’origine dei prodotti agroalimentari.

In tema di contraffazione e alterazione delle IG e DO agroalimentari si segnala, inoltre, un’interessante sentenza della terza sezione della Corte di Cassazione n. 28354 del 2016.

Il caso riguardava la contestazione del reato di cui all’art. 517-quater c.p., in relazione alla detenzione per la messa in commercio di bottiglie di vino privo di denominazione d’origine o indicazione geografica protetta, nella cui composizione non erano presenti tutta una seria di vigneti, i quali, tuttavia, erano falsamente indicati nel retro dell’etichetta.

Ebbene, la Cassazione ha affermato che siffatta ipotesi non configurerebbe una imitazione o riproduzione di una denominazione o indicazione geografica protette, poiché il vino in questione non era protetto da alcuna privativa e non recava la menzione di prodotti con DO o IG protette.

Peraltro, neppure la mendace indicazione dei vitigni utilizzati costituirebbe contraffazione o alterazione, poiché non sono i vitigni oggetto della protezione, bensì alcune tipologie di vino prodotte mediante il loro utilizzo.

A questo punto potrebbe sorgere una domanda: in casi di questo genere quali tutele offre l’ordinamento penale?

Ebbene, in casi analoghi, residuerà comunque in capo al produttore il reato di frode in commercio (art. 515 c.p.); ciò sulla base della c.d. “frode qualitativa”, concernente la diversa composizione del vino rispetto a quanto indicato in etichetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...